Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 15 Marzo 2021

89

Più che una questione medica, questo Vangelo ci pone di fronte ad una lezione di storia e geografia. Infatti la fede del funzionario del re non è legata alla richiesta fatta a Gesù o al riconoscimento dei suoi doni soprannaturali, ma è segnata dalla sua posizione nella società e dal suo cammino.

Il funzionario del re non è un “uomo di chiesa”, non è né un rabbino, né un dottore della Legge, ma si rivolge a Gesù con fiducia e speranza. Cafarnao è una città distante almeno 7 ore di cammino da Cana, ma soprattutto è una strada tutta in salita. La fede del funzionario è una fede in movimento, oltre le barriere sociali, oltre la fatica della vita.

«Tuo figlio vive» è un inno a rigenerare nella fede, infatti tutta la sua famiglia crederà, ma questa fede che permette di ridare vita è una fede che non si ferma alle apparenze o di fronte alle difficoltà, non si accomoda sulle proprie sicurezze… E la tua fede? Sei in cammino verso Gesù?


Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

Articolo precedenteDon Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 15 Marzo 2021
Articolo successivodon Antonio Savone – Commento al Vangelo del 15 Marzo 2021