Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 15 Marzo 2021

113

Trentotto anni di attesa e nessuno che gli dicesse: “vai prima tu”. Trentotto anni nell’indifferenza e, ad un certo punto, qualcuno gli rivolge una domanda più che retorica, la cui risposta è più che ovvia.

Eppure nella sua formulazione essa presume o un “no” o un “sì”. Invece, l’uomo in barella parla d’altro, è indeciso. Forse ha smesso di sperare, perché la guarigione sembra più legata al fato che a Dio.

È diventata per lui una sorta di “lotteria”: solo il primo estratto vince… o come gli sconti del “black friday”, chi arriva prima se li becca…


Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

Articolo precedenteFabrizio Morello – Commento al Vangelo del giorno, 15 Marzo 2021
Articolo successivodon Antonio Savone – Commento al Vangelo del 16 Marzo 2021