Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 15 Maggio 2021

74

Perché chiedere qualcosa al Signore? Perché pregare? “Perché la vostra gioia sia piena”! Bello! Ma è davvero così?
“Chiedere e ottenere qualcosa da Dio” non significa “chiedere qualsiasi cosa e ottenere quello che ci pare”. Quando Gesù dice ai suoi di chiedere “nel suo nome” non ci sta raccomandando al Padre, non è clientelismo, ma è un modo per invitarci a chiedere “dentro” il suo nome, cioè quello che avrebbe chiesto lui, non perché non ci reputa capaci di sapere cosa ci serve per la gioia piena, ma perché sa che alla gioia piena non possiamo arrivarci senza di Lui.

La gioia piena prima che un nostro desiderio è un desiderio di Dio, per questo ci dice di chiedere “nel suo nome”. Prega di conoscere ciò che nel disegno d’amore del Padre è stato pensato per te… seguilo, confidando in lui!


Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

Articolo precedentedon Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 15 Maggio 2021
Articolo successivodon Claudio Bolognesi – Commento al Vangelo del 15 Maggio 2021