Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 15 Luglio 2020

151

San Paolo nella sua lettera ai Corinzi dice: “Quando sono debole, allora sono forte”. E’ difficile riuscire a capire il senso di questa frase che sembra quasi una contraddizione vera e propria.

San Paolo dice che proprio nei momenti di debolezza capisce di essere forte perché in questa debolezza si rende conto di non poter fare tutto da solo e che può confidare nel Signore, la SUA forza. Paradossalmente ci sta dicendo che proprio quando siamo deboli e capiamo di non essere superman, ci rendiamo conto di essere fortunati perché non tocca a noi salvarci da soli, ma possiamo affidarci alla forza vera.

I deboli, i piccoli, sono coloro che riescono a cogliere le cose del Padre perché si rendono conto di non essere onnipotenti e si lasciano guidare, si fidano di chi può dare quella forza e quella grandezza che loro non hanno. Quando saremo capaci di abitare la nostra debolezza e piccolezza, quando sperimenteremo l’umiltà, capiremo che non siamo i salvatori di noi stessi, ma solo aggrappandoci a Lui possiamo essere salvati.


Logo Giovani di ParolaFonte:

Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

https://t.me/GiovaniParola

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno