Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 14 Giugno 2021

79

Gesù in questo lungo discorso mette in discussione alcune antiche convinzioni, come “la legge del taglione”. Spesso pensiamo che sia ormai superata, che sia primitiva. eppure spesso ragioniamo allo stesso modo.

La nostra idea di legge è così: ad ogni crimine corrisponde una pena misurata che tende a prendere “qualcosa” con la forza in base al male commesso. Ma ciò non risolve il male, anzi lo raddoppia, nella speranza vana di frenare il male che invece continua a farsi più furbo e prepotente.

Al male rispondi con il bene, alla violenza con la mitezza, alla tolleranza con la cura, al prendere con il dare, all’obbligo rispondi con l’amore! Oggi, e sempre, questo brano ci ricorda il bisogno della resa, la necessità di arrendersi all’amore, lasciare che esso vinca sulla rabbia, sulla brama di rivalsa, sul rancore… questo è possibile solo se si riconosce che c’è un amore più grande: quello del Signore!


Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

Articolo precedenteDon Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 14 Giugno 2021
Articolo successivodon Antonio Savone – Commento al Vangelo del 14 Giugno 2021