Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 14 Dicembre 2020

65

La parola “autorità” ricorre nel Vangelo di oggi per ben quattro volte! E dietro lo scambio di domande tra Gesù ed i capi dei sacerdoti e gli anziani, vi è l’essenza di ciò che distingue l’autorità dell’uno rispetto a quella degli altri.

La fonte dell’autorità di Gesù è Dio…e l’autorità che viene dal Padre – e da ogni padre – ha una sola finalità: far crescere i figli!
Al contrario l’autorità degli scribi e dei farisei è esercitata al sol fine di prevaricare con il potere, di condizionare, di provocare coloro nei confronti dei quali tale autorità è esercitata.

Gesù non cade nel tranello e risponde alla domanda con una controdomanda che vuole costringere al confronto. Gesù fa’ così anche con noi, quando presentiamo a Lui domande che conservano dentro di loro risposte già preconfezionate. È molto comodo interrogare Dio, ma non ci rendiamo conto che noi, innanzitutto, siamo persone che devono rispondere, che devono sapersi mettere in discussione e che devono rispettare l’autorità del Padre per crescere.

Sei disposto a cambiare parere, a cambiare posizione, a lasciarti interrogare, a lasciarti guidare?


Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno