Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 13 Agosto 2020

115

10mila talenti sarebbe come a dire ‘il pil del Regno di Israele’ in quegli anni, Gesù usa una megaiperbole per far capire che Dio condona ogni tipo di debito, ogni tipo di peccato… purché il cuore sia pentito, purificato, convertito. E come si verifica la vera conversione?

Dal modo in cui si amano i fratelli, non dal modo in cui si elemosina il perdono. Il servo malvagio dimostra di non essere stato toccato dalla misericordia perché a sua volta non usa misericordia. Siamo il popolo ‘degli indignati’, degli ‘indici puntati’… e degli scheletri negli armadi, delle doppie vite.

Non si tratta di essere perfetti, ma di comprendere che io e te, anche se lontani, siamo in cammino, con le nostre lotte interiori, incoerenze, peccati.. e invece di farci guerra forse dovremmo allearci per camminare insieme… 77 volte 7 al giorno!


Logo Giovani di ParolaFonte:

Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

https://t.me/GiovaniParola

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno