Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 12 Ottobre 2020

105

Cosa direbbe Gesù della nostra generazione? Definirebbe anche noi “malvagi”? Credo proprio di sì! Anche la nostra è una generazione che cerca segni… non è cambiato molto, da allora. E’ come se fossimo annoiati del quotidiano, come se avessimo sempre bisogno di gesti eclatanti, di manifestazioni straordinarie, di miracoli strepitosi.

Ma non sono i miracoli a dimostrarci che Dio esiste…i miracoli non sono il fine ultimo a cui aspiriamo, né possono essere l’unica cosa che chiediamo: il miracolo è funzionale al Regno, serve solo se conduce a Dio, se spalanca il nostro cuore. Dobbiamo guardare in profondità e scorgere la presenza di Dio vivo e vero, accanto a noi, ogni giorno, nelle azioni che compiamo, nelle persone che incontriamo e dobbiamo imparare a stupirci di più per i piccoli e grandi doni di ogni giorno.

Piuttosto che vivere aspettando un miracolo, viviamo questa vita come il più bel miracolo che sia mai accaduto! Piuttosto che cercare segni, viviamo lasciando il segno!


Logo Giovani di ParolaFonte:

Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

https://t.me/GiovaniParola

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno