Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 12 Aprile 2021

178

Il capitolo dedicato a Nicodemo nel Vangelo di Giovanni faceva parte di una lunga catechesi che la Chiesa primitiva faceva sul tema del Battesimo ai catecumeni che si dovevano battezzare o a quelli che si erano da poco battezzati (mistagogia). Se sei battezzato dovresti vivere quotidianamente questo mistero di cui Nicodemo e Gesù parlano in questa notte di primavera a Gerusalemme: il mistero del rinascere. Il battezzato è un uomo che già una volta è morto, ha fatto esperienza della morte dell’uomo vecchio… e continuamente rinasce. Non è solo questione di speranza, è attitudine. Il battezzato è quello che “nasce dall’alto”, cioè rivive ogni esperienza dalla prospettiva del cielo, anche quando tutto parla di inferno.

Il battezzato è uno che “nasce dallo Spirito”, si lascia guidare da una forza che insegna ad amare e purifica, anche quando tutto parla di odio.

Il vento soffia dove vuole… il battezzato non vive in catene nemmeno in un carcere di massima sciurezza, perchè sa che la sua vita non finisce con le cose della terra ed è amato da un amore che ha distrutto le catene della morte. Caro/a battezzato/a … diventa ciò che sei!


Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

Articolo precedenteSr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 12 Aprile 2021
Articolo successivoMartín Luque – Commento al Vangelo del 12 Aprile 2021