Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 11 Marzo 2021

72

É molto umano e comune negare l’evidenza pur di non darla vinta a qualcuno che non appreziamo o peggio ancora trovare del marcio anche nelle cose buone che fa. Così fanno le folle (la folla nel Vangelo è sempre un personaggio negativo!) oggi in questo brano di fronte a Gesù.

La chiusura all’altro arriva a causare lo strabismo per cui confondiamo il bene col male, Dio con il demonio, le buone dalle cattive intenzioni. Di cosa abbiamo bisogno? Di libertà da noi stessi. Spesso per un finto orgoglio abbiamo perso le migliori persone, per un pregiudizio abbiamo chiuso la porta a degli angeli.

Ma per ammettere di aver sbagliato… ci vuole tanta serenità, umiltà, onestà… doni di chi si sente amato e non ha nulla da perdere.


Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

Articolo precedenteArcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 11 Marzo 2021
Articolo successivoDon Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 11 Marzo 2021