Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 11 Gennaio 2021

37

Uomo in mare! L’uomo da pescare è un uomo in difficoltà, un uomo che sta morendo, che da solo non ce la fa. Un uomo che aspetta una rete a cui aggrapparsi, aspetta di essere tirato su e che qualcuno gli spinga forte le mani sul petto per fargli venire fuori tutta l’acqua inghiottita che lo opprime.

Questo è un uomo da pescare. “Vi farò pescatori di uomini” è un eredità fortissima, Gesù! Un compito enorme, un fardello. Perché se sei in mare e vedi un uomo lì, che sta morendo, d’istinto lo tiri su. Ma il pensiero che io debba farlo per missione… è troppo complicato! Come si può salvare un altro uomo dalla sua solitudine, inquietudine, malessere?

E in realtà tu rispondi già anche a questa domanda: venendo dietro di te. Lo dici chiaramente. Non dici “andate e fate, andate e diventate.” Ma dici “Venite dietro di me” come prima cosa. Così potrete prendervi cura degli altri uomini: perché avrete trovato la pace, perché vi saprete prendere cura di voi stessi, perché avrete una via sulla quale portate coloro che salvate.


Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno