Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 11 Aprile 2022

43

- Pubblicità -

I poveri li abbiamo sempre con noi. È la tua eredità, Gesù. Hai provato a mostrarci il nostro prossimo in tutti i modi, facendoti prossimo. Dando l’esempio e sottolineando i comportamenti giusti che dovremmo avere con il nostro prossimo. E noi? Noi dividiamo il prossimo in prossimo degno e prossimo indegno.

Non sono tutti poveri, come non sono tutti profughi. Esistono quelli che vanno aiutati e quelli che vanno evitati. Perché il nostro aiuto non è mosso da un amore incondizionato – quell’amore che tu ci hai insegnato e ci chiedi – è mosso dalla nostra voglia di farci ammirare, di farci dire grazie.

Ci mettiamo in mostra con i poveri che abbiamo sempre con noi, non abbiamo capito niente da tutto quello che ci hai mostrato, raccontato, sottolineato. In questa Pasqua aiutaci a guardare e a trovare il nostro prossimo.


Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

Articolo precedentedon Antonio Savone – Commento al Vangelo del 11 Aprile 2022
Articolo successivoMonaci Benedettini Silvestrini – Commento al Vengelo del 11 Aprile 2022