Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 10 Ottobre 2021

83

Se sei uno dei pochi superstiti arrivato fino a questo punto dopo il lungo Vangelo di oggi ti faccio i miei complimenti, ma sappi che non è finita qua. Una delle prime cose che uno pensa leggendo i primi versetti di questo Vangelo è: «Parla di un giovane ricco e quindi non di me»; ma in Sicilia c’è un detto che in Italiano si potrebbe tradurre in questo modo: “Siamo ricchi e nessuno lo sa”.

La verità è che davvero se ci fermassimo a cogliere la ricchezza che ci è stata donata non avremmo più la presunzione di dirci poveri, non ci credi? Bene facciamo un piccolo gioco: Pensa a 10 cose che per te sono davvero importanti. Adesso dimezza la tua lista elimina quelle cose che pensi siano meno importanti delle altre.

Da questo elenco di 5 togli altre 2 cose, lo so diventa più difficile ma provaci! Bene adesso avrai davanti a te una lista di 3 cose che reputi davvero fondamentali che hai scelto rispetto alle altre perché non ne puoi fare a meno! Ora non voglio rovinarti la Domenica ma t’invito a pensare a quali di queste tre cose che sono rimaste nella tua lista porterai con te il giorno in cui, speriamo il più tardi possibile, dovrai lasciare questa vita.

Oggi Gesù fa un invito chiaro, mettiti alla Sua sequela è Lui il senso di ogni cosa, non attaccarti a cose che non ti daranno la vera felicità, perché ti illuderai di essere felice ma finirai come il giovane del Vangelo di oggi: rattristato.

Chiediti se sei davvero felice o fingi di essere ricco.


Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

Articolo precedenteMariarosa Tettamanti – Commento al Vangelo del 10 Ottobre 2021
Articolo successivodon Antonio Savone – Commento al Vangelo del 10 Ottobre 2021