Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 10 Ottobre 2020

142

Se oggi mi chiedessero di prendere il posto di uno dei personaggi del Vangelo, sicuramente ben potrei essere quella donna che è parte della folla e che, fomentata dal gruppo, grida: Beato il grembo che ti ha portato e il seno che ti ha allattato!

Quanta verità nelle parole che dice e quanto entusiasmo in quel grido. Ed allora perché Gesù le risponde quasi contrastandola? Perché quel “piuttosto”? Ha forse detto qualcosa di sbagliato?

No! Eppure Gesù si rende conto che quelle parole, giuste, sono tuttavia vuote perché dentro chi le dice non c’è il giusto atteggiamento, la giusta apertura del cuore. La donna pronuncia una verità che non ha veramente accolto.
Quante volte quel vuoto è il nostro? Quante volte non crediamo davvero a ciò a cui inneggiamo? Quante volte la nostra fede si riduce ad uno slogan da urlare in piazza o ad una festa?

Prenderne consapevolezza è il primo passo per cambiare rotta…non lasciamo fare tutto al solo entusiasmo, ma riempiamo di senso ogni nostra parola ed azione mettendo in pratica ciò che Gesù stesso ci dice: ASCOLTIAMO LA PAROLA E OSSERVIAMOLA, senza dimenticare che non vi è ascolto ed osservanza che non passi dall’accoglienza! Posso dare solo ciò che è mio, che ho accolto!


Logo Giovani di ParolaFonte:

Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

https://t.me/GiovaniParola

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno