Gesuiti – Commento al Vangelo del giorno, 5 Febbraio 2020

1058

Nel segno dell’ascolto si aprono due vie: il sentiero della paura di ciò che si credeva conosciuto, ma si scopre sconosciuto e il sentiero della fiducia nell’imprevisto e nell’insperato; l’uno porta al giudizio e al rifiuto, l’altro sblocca il passo verso l’inaspettato.
Ed ecco lo stupore del non-compreso e la meraviglia del non-atteso.

Nel tempo del riposo, nello spazio tra un’esperienza di vita ed un’altra, si presenta l’occasione di stare davanti al non-compreso al non-atteso, proprio lì nelle cose di tutti i giorni, tra le relazioni della quotidianità ed è allora che siamo chiamati a scegliere fra la paura e la fiducia, gustando lo stupore e assimilando la meraviglia.

Dio continua a guarire, ad avvicinare il palmo delle sue mani al nostro cuore, a porre il segno del suo amore nella nostra mente, dinanzi al nostro stupore incredulo egli si meraviglia e sceglie tenacemente di dare valore a ciò che gli appartiene, di rispettarne i limiti e di avere fiducia nella promessa che ha fatto e ha mantenuto.

Imperterrito egli ritorna, ci attraversa e, percorrendo le periferie della nostra vita, ancora ci invita a non avere paura di riconoscere, di non dare per scontato, di avere uno sguardo nuovo ogni giorno.

Mounira Abdelhamid Serra

[…] Continua sul sito […]

Fonte: Get up and Walk – il vangelo quotidiano commentato


LEGGI IL BRANO DEL VANGELO DI OGGI

Un profeta non è disprezzato se non nella sua patria.
Dal Vangelo secondo Marco Mc 6, 1-6 In quel tempo, Gesù venne nella sua patria e i suoi discepoli lo seguirono. Giunto il sabato, si mise a insegnare nella sinagoga. E molti, ascoltando, rimanevano stupiti e dicevano: «Da dove gli vengono queste cose? E che sapienza è quella che gli è stata data? E i prodigi come quelli compiuti dalle sue mani? Non è costui il falegname, il figlio di Maria, il fratello di Giacomo, di Ioses, di Giuda e di Simone? E le sue sorelle, non stanno qui da noi?». Ed era per loro motivo di scandalo. Ma Gesù disse loro: «Un profeta non è disprezzato se non nella sua patria, tra i suoi parenti e in casa sua». E lì non poteva compiere nessun prodigio, ma solo impose le mani a pochi malati e li guarì. E si meravigliava della loro incredulità. Gesù percorreva i villaggi d’intorno, insegnando. Parola del Signore