Gesuiti – Commento al Vangelo del giorno, 4 Maggio 2022

51

- Pubblicità -

Vengo a te e scopro che il mio bisogno in te trova requie; scopro che si trasforma in desiderio e trova non la furia soffocante della fame e della sete, ma uno spazio quieto di vita, terra per mettere radici, attecchire e fiorire. E allora il pane che mi offri è pane della vita: mi sostiene, mi nutre, mi costituisce.

Sei tu che ti spezzi per me e mi chiami a seguirti, a spezzarmi per i fratelli, a spezzarmi con te e in te. Perché il Padre mi ha creato e mi ha posto su una strada disegnata per me, una strada che posso percorrere così come sono, col passo che ho, con le forze che ho.

Camminando scopro che basta muovermi seguendo te verso il Padre per sapere che le mie radici affondano nella volontà del Padre e da lì cercano luce, acqua, aria per poter fiorire.

Verena M.


Continua a leggere gli altri approfondimenti del giorno sul sito

Fonte: Get up and Walk – il vangelo quotidiano commentato

- Pubblicità -

Articolo precedenteSr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 4 Maggio 2022
Articolo successivodon Saverio – Commento al Vangelo del 4 Maggio 2022