Gesuiti – Commento al Vangelo del giorno, 30 Giugno 2020

115

Per la via che percorriamo nella vita, seguire, giorno per giorno, la verità che portiamo dentro è un atto di fiducia nello “sconosciuto”.

La verità è qualcosa che noi non possiamo possedere per intero, eppure fa parte di noi e spesso è assopita nel nostro quotidiano; nel momento un cui scegliamo di seguire l’autenticità che dimora nella nostra persona, tutto ciò che popola la nostra vita è sconvolto: le relazioni mutano, i desideri si confondono, le prospettive si annebbiano e ci sentiamo perduti.

Gesù ci invita ad una professione di fede nell’“ignoto”, a venire fuori con tutte le nostre paure; lasciando che la verità riposi in noi, che sia solo questa a risuonare, l’autenticità e il coraggio guideranno le nostre scelte e la libertà di cuore darà nuovo ordine e calma alla nostra vita.

I venti del pensiero e il mare delle emozioni infatti pregano in noi per essere in un equilibrio sconosciuto: obbediranno sempre e solo a quella verità che ci abita e che pretende di essere riconosciuta attraverso la speranza e fiducia e, così, l’amore e la cura saranno quei tratti del volto di Dio che è con noi e che niente fa andare perduto.

Mounira Abdelhamid Serra


Continua a leggere gli altri approfondimenti del giorno sul sito

Fonte: Get up and Walk – il vangelo quotidiano commentato