Gesuiti – Commento al Vangelo del giorno, 3 Settembre 2021

60

Spesso mi capita di trovarmi in questa situazione: una bella novità si apre davanti ai miei occhi, bella, luminosa, accattivante, come a dirmi “prendimi, sono per te!”… Eppure, si presenta sempre quella vocina che mi fa voltare lo sguardo alle mie spalle, il pensiero al passato e prova a farmi cadere: ma davvero è per me? È troppo bello per essere vero! Forse potrei prendere quel pezzettino di passato e portarlo con me nella novità che mi aspetta, così da sentirmi più a mio agio, più comoda di fronte all’ignoto!

Ma perché dovrei sporcare col vecchio la limpida bellezza della novità che Dio mi sta regalando oggi? Perché dovrei rinunciare alla possibilità di scoprire qualcosa di nuovo, di me, della mia storia, della mia relazione con Dio per paura che sia troppo per me? Una toppa è sempre una toppa!

Signore mio, ti chiedo la grazia di stupirmi dalla novità che mi si presenta alla porta con la stessa gioia e con lo stesso entusiasmo con cui mi imbatto in ogni tramonto, in ogni alba che mi doni.

Martina Pampagnin


Continua a leggere gli altri approfondimenti del giorno sul sito

Fonte: Get up and Walk – il vangelo quotidiano commentato

Articolo precedentedon Pasquale Giordano – Commento al Vangelo del 3 Settembre 2021
Articolo successivodon Gabriele Nanni – Commento al Vangelo del 3 Settembre 2021