Gesuiti – Commento al Vangelo del giorno, 3 Luglio 2021

41

Sembra quasi che io questi occhi non li voglia aprire, Signore. Come le porte che barrico per timore che qualcuno entri e mi trovi spaurita, non pronta, inquieta. Sembra che io tenga gli occhi serrati per timore di vedere la verità. Nulla mi basta, la paura sembra sempre avere l’ultima parola.

Ma tu arrivi e non c’è porta chiusa che ti tenga fuori. Arrivi e porti al centro quella pace che, in questa stanza chiusa, io non ho più. Che non posso avere, se non ti lascio entrare. Arrivi e stai al centro, così mi ricordi qual è il tuo posto.

E nel momento esatto in cui tu sei al centro, ecco la pace: io non ho più paura di nulla. Tutto mi è chiaro: il tuo amore mi protegge, non c’è nulla che io debba temere.

Verena M.


Continua a leggere gli altri approfondimenti del giorno sul sito

Fonte: Get up and Walk – il vangelo quotidiano commentato

Articolo precedenteMonastero di Bose – Commento al Vangelo del giorno – 3 Luglio 2021
Articolo successivoPer la Famiglia – Breve commento al Vangelo di oggi, 3 Luglio 2021