Gesuiti – Commento al Vangelo del giorno, 3 Giugno 2020

255

Quanta fatica faccio nel credere alla risurrezione? Perché i miei giorni sono densi, le mie forze insufficienti, il mio cuore stretto. Quanta vita ho rischiato di non vedere, con gli occhi offuscati dalla paura e il cuore appesantito dal passato e paralizzato dal futuro? Perché ieri, chissà, avrei potuto far meglio o non fare, perché domani non si sa se avrò la forza di convivere con questa mia storia pesante…

Ma il domani che arriva con te è di vita piena: non la mia quotidianità piccola, ma un dono nuovo di pienezza e autenticità. E allora, anche nel mio cuore stretto prende a soffiare lo Spirito e tutto profuma di nuovo. Il mio cuore si avvicina al tuo e trovo forza, perché il tuo cuore, Signore, è più grande di ogni mio timore e tutto accoglie, tutto consola.

Accoccolata nel tuo cuore, accolta e consolata, ti chiedo la forza di credere alla tua promessa e di tenermi con te, in questo tuo cuore che è luogo di vita.

Verena M.


Continua a leggere gli altri approfondimenti del giorno sul sito

Fonte: Get up and Walk – il vangelo quotidiano commentato