Gesuiti – Commento al Vangelo del giorno, 28 Aprile 2020

213

La folla chiede un segno e questo non deve scandalizzare, anche Gesù non si scandalizza, anzi ne approfitta per scavare più in profondità. Desideriamo un segno per stringere o rinnovare un’alleanza o per rispondere ad un bisogno della “pancia”?

Dio è sempre all’opera nel mondo così come nella nostra storia. I segni della sua azione sono visibili però solo rileggendo con uno sguardo di fede la nostra vita ed hanno un fine ultimo: ricordarci il suo Amore per noi: un Amore che salva!

Anna Laura Lucchi Filippo Zalambani


Fonte