Gesuiti – Commento al Vangelo del giorno, 25 Maggio 2020

188

«Io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo». Finisce così il vangelo di Matteo, con una nuova promessa: sempre e per sempre, io sarò con voi, l’Emmanuele, il Dio-con-voi, a fianco a voi.

Gesù chiama i suoi, gli undici che sono rimasti, in Galilea, dove Gesù era cresciuto: li richiama nel suo e nel loro quotidiano, a quelle esperienze che avevano fatto insieme – e che allora spesso non capivano. Chiede loro di salire sopra un monte: “alzate lo sguardo, allargate gli orizzonti, contemplate ciò che è stato”. Ma i discepoli, ancora, dubitano: qui sta il nodo della fede. Non basta avere fatto esperienza di Dio, che si fa uomo ogni giorno, per credere. L’incontro è un dono; crederci, invece, è una scelta e non c’è scelta se non c’è dubbio. […]

Continua a leggere il commento di Francesca Carraro sul sito


Fonte: Get up and Walk – il vangelo quotidiano commentato