Gesuiti – Commento al Vangelo del giorno, 25 Luglio 2020

114

Una madre che intercede per i figli… che chiede per loro il massimo dei poteri nel Regno che conta davvero! Ma che male c’è a volere delle garanzie? Sono in realtà sintomi che esprimono un grande malessere, la fatica a fidarsi di Dio e della vita. Del disequilibrio di un cuore a cui sta sfuggendo la bellezza del quotidiano, che ha smesso di guardare la realtà con curiosità, che è incapace di farsi stupire dalle cose piccole. Un cuore incagliato nel pensiero di amare, che però sottovaluta il dispendio di energie vitali che questo pensiero comporta.

Non sanno quello che chiedono, sono così innamorati e appassionati? Possono bere tanto dolore e amarezza? Sono disposti a donarsi fino all’ultima goccia di sangue, sudore, pensiero, sentimento?
La risposta di Gesù ai fratelli è un meraviglioso invito a rallegrarsi, e a rallegrarmi, perché anche io sarò capace di amare fino all’estremo! Ma il dono di Grazia dipende dal Padre e non dal Figlio…

Gli altri discepoli sono sdegnati, gelosi, mostrano che nel fondo del cuore sentono frustrato il medesimo desiderio. Il regnare chiama in causa attitudini opposte e inverse al dominare e opprimere. Significa mettersi al servizio di molti ed aprire la vita ogni fratello e sorella che incrocia il mio cammino. Essere grandi nel Regno passa attraverso l’accoglienza delle possibilità che la vita mi offre quotidianamente di farmi servo e schiavo.

L’umanità realizzata, l’essere delle persone belle e feconde, dipende dalla capacità di saper cogliere le occasioni di consegnare la propria vita senza ricevere nulla, neppure un grazie o un sorriso. Liberarsi dal contraccambio affettivo, dall’essere visti e riconosciuti come belli, buoni, amabili, ecc. ci permette di prendere posto fin d’ora nel Regno dei fratelli di Gesù. In questa giornata c’è offerta la possibilità di fare un passo avanti nella capacità di amare per Amore e per null’altro. Oggi si aprono vie nuove di libertà e di verità, oggi, Signore, puoi fare della mia vita qualcosa di nuovo!

Narciso Sunda SJ


Continua a leggere gli altri approfondimenti del giorno sul sito

Fonte: Get up and Walk – il vangelo quotidiano commentato