Gesuiti – Commento al Vangelo del giorno, 24 Gennaio 2020

184

… Simone, Giuda, ma anche Giulia, Alberto, Francesco, Chiara… in mezzo alla folla che sta quasi assediando Gesù, Gesù si allontana, fa spazio dentro e fuori, sale sul monte per allargare il proprio orizzonte e ci chiama per nome – a volte dandoci anche un nome nuovo. Ma non basta essere chiamati: serve anche che qualcuno sia in ascolto, rispondere e andare.

Ma a cosa, esattamente, saremmo chiamati? Dio ha grandi, grandissimi progetti per noi. Noi rispondiamo, con prontezza, e il progetto riveste le nostre vite e tutto si compie. E se non funzionasse così?

La chiamata non è a un disegno già deciso, a un programma già prestabilito, a un puzzle che basta solo mettere insieme. La chiamata è prima di tutto a stare con lui. Viverlo, viversi. Camminare affianco. Condividere il pane, la fatica di farsi capire. Gesù si sta aprendo al mondo quando chiama a sé i discepoli, chiede di non essere lasciato solo. Siamo pronti a rispondere?

Poi, solo dopo, come conseguenza, sapremo, se vorremo, scacciare i demoni, che non è altro poi che farsi testimoni della nostra esperienza di lui e con lui, che tutto guarisce, che tutto salva. Allora le tenebre si dilateranno, i lacci che ci tengono imbrigliati si scioglieranno.
Fino alla prossima fatica, fino al prossimo nuovo sì.

Francesca Carraro

[…] Continua sul sito […]

Fonte: Get up and Walk – il vangelo quotidiano commentato


LEGGI IL BRANO DEL VANGELO DI OGGI

Chiamò a sé quelli che voleva perché stessero con lui.
Dal Vangelo secondo Marco Mc 3, 13-19 In quel tempo, Gesù salì sul monte, chiamò a sé quelli che voleva ed essi andarono da lui. Ne costituì Dodici –  che chiamò apostoli – , perché stessero con lui e per mandarli a predicare con il potere di scacciare i demòni. Costituì dunque i Dodici: Simone, al quale impose il nome di Pietro, poi Giacomo, figlio di Zebedèo, e Giovanni fratello di Giacomo, ai quali diede il nome di Boanèrghes, cioè “figli del tuono”; e Andrea, Filippo, Bartolomeo, Matteo, Tommaso, Giacomo, figlio di Alfeo, Taddeo, Simone il Cananeo e Giuda Iscariota, il quale poi lo tradì. Parola del Signore

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.