Gesuiti – Commento al Vangelo del giorno, 23 Gennaio 2020

248

Gesù ha cominciato la sua predicazione e inizia questo continuo inseguimento tra lui e la folla. La folla che “sente quanto Gesù fa” e lo cerca perché vuole essere guarita, vuole i segni. Lui che fugge, per paura di essere schiacciato.

Forse, davanti a questo racconto possiamo porci la stessa domanda dell’angelo alle donne il giorno della risurrezione: chi cercate? Chi cercano queste folle? Gesù o quello che fa miracoli? Di cosa hanno bisogno queste folle? Di Gesù o di una guarigione?
Gesù rimette questa domanda a tutta la folla e zittisce i suggeritori, perché la risposta non può che essere personale.

Le folle si muovono per andare da Gesù, ma non è stato forse Gesù a raggiungere queste folle in tutti i loro luoghi, (Galilea, Tiro, Sidone, Idumea, Giudea, Gerusalemme, Giordano…) e a incontrarle nelle persone concrete? Proprio come nel mattino di Pasqua, Gesù precede tutte queste persone nella loro Galilea, si faranno trovare o saranno in giro a cercare un altro guaritore?

Matteo Palma

[…] Continua sul sito […]

Fonte: Get up and Walk – il vangelo quotidiano commentato


LEGGI IL BRANO DEL VANGELO DI OGGI

Gli spiriti impuri gridavano: «Tu sei il Figlio di Dio!». Ma egli imponeva loro severamente di non svelare chi egli fosse.
Dal Vangelo secondo Marco Mc 3, 7-12 In quel tempo, Gesù, con i suoi discepoli si ritirò presso il mare e lo seguì molta folla dalla Galilea. Dalla Giudea e da Gerusalemme, dall’Idumea e da oltre il Giordano e dalle parti di Tiro e Sidòne, una grande folla, sentendo quanto faceva, andò da lui. Allora egli disse ai suoi discepoli di tenergli pronta una barca, a causa della folla, perché non lo schiacciassero. Infatti aveva guarito molti, cosicché quanti avevano qualche male si gettavano su di lui per toccarlo. Gli spiriti impuri, quando lo vedevano, cadevano ai suoi piedi e gridavano: «Tu sei il Figlio di Dio!». Ma egli imponeva loro severamente di non svelare chi egli fosse. Parola del Signore

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.