Gesuiti – Commento al Vangelo del giorno, 22 Settembre 2020

173

Tua madre e i tuoi fratelli: la famiglia, le persone che ti sono più vicine, le persone con cui condividi le fatiche e le piccole gioie della vita di tutti i giorni. La famiglia è il luogo dell’intimità, il luogo della prossimità: è il luogo in cui le maschere che portiamo all’esterno cadono, è il luogo in cui si può mostrare la stanchezza e la fragilità.

Per Gesù questa famiglia non è data da nessun grado di parentela, da nessuna affinità di sangue o di cognome. Sorella, fratello o madre sono coloro che condividono una disposizione del cuore: quella di aprirsi alla Parola.

La famiglia di Gesù non è un luogo chiuso, un luogo esclusivo, che taglia fuori tutti quelli che non rientrano in una gerarchia di parentela: è il luogo dell’inclusione, è il luogo in cui chiunque, se è disposto a mettersi in ascolto e a fare spazio, può sentirsi vicino.

Rete Loyola (Bologna)


Continua a leggere gli altri approfondimenti del giorno sul sito

Fonte: Get up and Walk – il vangelo quotidiano commentato