Gesuiti – Commento al Vangelo del giorno, 21 Gennaio 2020

440

“Perché fanno quello che non è lecito?”
Chi almeno una volta nella vita non si è trovato a porre/porsi questa domanda come fanno i farisei con Gesù? È una domanda che a prima vista forse sembra corretto porre ma che invece nasconde un profondo senso umano di ingiustizia e di invidia.
Nasce quando, mentre stiamo vivendo la nostra vita pensando di star facendo la cosa giusta o semplicemente di starci comportando bene, ci accorgiamo che le cose non vanno come vorremmo. Anzi, spesso ci sembra che vadano al contrario, o che vadano invece bene proprio a chi non rispetta le regole, a chi è più furbo.

Da qui derivano certe immagini distorte di Dio: un Dio ferreo, rigido, che ci ama solo se facciamo quello che ci chiede di fare, solo se rispettiamo le sue regole. Un amore “a punti”: fai quello e verrai premiato. Non farlo e verrai punito. Oppure un Dio ingiusto, sadico che si diverte a darci delle regole e che poi ignora chi le rispetta o favorisce addirittura chi non lo fa.

Gesù però in un attimo scardina queste visioni: “Il sabato è stato fatto per l’uomo e non l’uomo per il sabato!”.
Il sabato, la Legge, le regole e i precetti… sono solo dei mezzi. Dei mezzi che ci ricordano e aiutano ad avanzare verso il fine: il Suo amore.

Gesù ci ama! A prescindere da quello che facciamo o rispettiamo. Questa è l’immagine di Dio che dobbiamo ricordare. Non sempre ci riusciremo… ma è anche una questione di allenamento!
Allora forse, arriverà il giorno in cui quella domanda che i farisei/noi poniamo a Gesù, non avrà più importanza, non sentiremo più la necessità di porla al Signore… perché sarà chiaro e forte in noi qual è il vero fine di ogni cosa.

Marco Sturniolo

[…] Continua sul sito […]

Fonte: Get up and Walk – il vangelo quotidiano commentato


LEGGI IL BRANO DEL VANGELO DI OGGI

Il sabato è stato fatto per l’uomo e non l’uomo per il sabato.
Dal Vangelo secondo Marco Mc 2, 23-28 In quel tempo, di sabato Gesù passava tra i campi di grano e i suoi discepoli, mentre camminavano, si misero a cogliere le spighe. I farisei gli dicevano: ” Guarda! Perché fanno in giorno di sabato quello che non è lecito?”. Ed egli rispose loro: ” Non avete mai letto quello che fece Davide quando si trovò nel bisogno e lui e i suoi compagni ebbero fame? Sotto il sommo sacerdote Abiatàr, entrò nella casa di Dio e mangiò i pani dell’offerta, che non è lecito mangiare se non ai sacerdoti, e ne diede anche ai suoi compagni!”. E diceva loro: “Il sabato è stato fatto per l’uomo  e non l’uomo per il sabato! Perciò il Figlio dell’uomo è signore anche del sabato”. Parola del Signore