Gesuiti – Commento al Vangelo del giorno, 21 Febbraio 2020

149

. . . rinneghi se stesso, prenda la sua croce e mi segua. . . chi perderà la propria vita. . .

Sono frasi decisamente dure, queste pronunciate da Gesù.
Chi è così matto da decidere davvero di farle sue? Di vivere con questi valori?
Sembra quasi che l’unica via che Gesù chiede ai suoi discepoli – a noi – di seguire sia una via di dolore e sofferenze. Non sembra molto un grande affare. . .

Eppure sono frasi che Gesù stesso ha vissuto concretamente in prima persona. E dopo di lui tanti altri hanno seguito il suo esempio. Con fatica, certo, ma con anche tanto desiderio.
Tantissime persone: donne, uomini, bambini hanno vissuto la (propria) croce, hanno perduto la vita come Gesù. Alcune di queste persone le conosciamo tutti, altre meno, altre nemmeno le ricordiamo. Ma tutte loro, attraverso vie differenti, hanno capito il vero senso di quello che Gesù annunciava.

Rinnega te stesso, il tuo egoismo, il tuo istinto di possesso. Vivi appieno la tua croce, fai in modo che le fatiche, le debolezze che incontri ogni giorno non siano la scusa che ti spinge a chiuderti in te stesso, nelle tue ansie e paure! Vivi fino in fondo anche se questo significa “perdere” la vita. Perdere la vita è donarla, gratuitamente. Non tenerla solo per te, sprecala per gli altri!

Marco Sturniolo

[…] Continua sul sito […]

Fonte: Get up and Walk – il vangelo quotidiano commentato


LEGGI IL BRANO DEL VANGELO DI OGGI

Chi perderà la propria vita per causa mia e del Vangelo, la salverà.
Dal Vangelo secondo Marco Mc 8, 34 – 9, 1   In quel tempo, convocata la folla insieme ai suoi discepoli, Gesù disse loro: «Se qualcuno vuol venire dietro a me, rinneghi se stesso, prenda la sua croce e mi segua. Perché chi vuole salvare la propria vita, la perderà; ma chi perderà la propria vita per causa mia e del Vangelo, la salverà. Infatti quale vantaggio c’è che un uomo guadagni il mondo intero e perda la propria vita? Che cosa potrebbe dare un uomo in cambio della propria vita? Chi si vergognerà di me e delle mie parole davanti a questa generazione adultera e peccatrice, anche il Figlio dell’uomo si vergognerà di lui, quando verrà nella gloria del Padre suo con gli angeli santi». Diceva loro: «In verità io vi dico: vi sono alcuni, qui presenti, che non morranno prima di aver visto giungere il regno di Dio nella sua potenza».   Parola del Signore 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.