Gesuiti – Commento al Vangelo del giorno, 21 Dicembre 2020

53

Entriamo nella settimana che ci porta al Natale. E già qui si racconta tutta la novità che si schiuderà davanti agli occhi dei pastori, fra una moltitudine di angeli in festa. Maria, gravida del suo sì incondizionato alla rivelazione dell’angelo, subito si leva e con fretta si mette in viaggio verso la casa di Elisabetta.

Qui l’incontro fra due donne è segno dell’incontro fra noi e Dio. Da sempre l’amato è in cerca di essere riconosciuto e al nostro si sussulta di gioia, esulta come prode in guerra. Dio viene a visitarci, più intimo a noi di noi stessi, è davvero l’Emmanuele, il Dio con noi.

I due bambini, che Maria ed Elisabetta portano in grembo, si riconoscono al semplice saluto delle madri. C’è un riconoscimento profondo, viscerale, fra promessa e compimento e così, ogni giorno, il credente è chiamato a immergersi in questa esperienza con Gesù.

Maria Buiatti Luca Baccolini


Continua a leggere gli altri approfondimenti del giorno sul sito

Fonte: Get up and Walk – il vangelo quotidiano commentato