Gesuiti – Commento al Vangelo del giorno, 19 Novembre 2019

2

Ricominciare, incontrare di nuovo Gesù è spesso molto faticoso e lo è stato anche per Zaccheo, che per incontrare Gesù ha dovuto affrontare alcuni ostacoli.

Zaccheo non riusciva a vedere Gesù perché era piccolo, ecco il primo grande ostacolo. Anche noi possiamo correre il rischio di prendere distanza da Gesù perché ci sentiamo piccoli e abbiamo poca considerazione di noi stessi. Molte volte ci affezioniamo a questo stato d’animo che chiude ogni porta. La storia di Zaccheo ci ricorda che Dio è fedele nell’amarci e tante volte crede in noi più di quando ci crediamo noi stessi.

Dopo che Gesù accoglie Zaccheo, uomo ricco e capo dei pubblicani, la folla inizia a mormorare, secondo grande ostacolo. Una folla che spesso giudica dall’alto verso il basso e non va oltre e apparenze. A guardare dal basso verso l’altro è invece Gesù, che va oltre i difetti e vede la persona, che non si ferma alle apparenze ma mira al cuore di Zaccheo che è mosso da un desiderio di maggior vita.

Da questo sguardo che si trasforma in chiamata Zaccheo è poi invitato a condividere la sua casa con quella gioia che gratuitamente ha ricevuto da Dio. La storia di Zaccheo può essere anche nostra storia, un incontro che può diventare ogni volta stimolo e forza per ogni relazione che viviamo.

Domenico Pugliese

[…] Continua sul sito […]

Fonte: Get up and Walk – il vangelo quotidiano commentato

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO DI OGGI

Il Figlio dell’uomo era venuto a cercare e a salvare ciò che era perduto

Dal Vangelo secondo Luca
Lc 19, 1-10
 
In quel tempo, Gesù entrò nella città di Gèrico e la stava attraversando, quand’ecco un uomo, di nome Zacchèo, capo dei pubblicani e ricco, cercava di vedere chi era Gesù, ma non gli riusciva a causa della folla, perché era piccolo di statura. Allora corse avanti e, per riuscire a vederlo, salì su un sicomòro, perché doveva passare di là.
 
Quando giunse sul luogo, Gesù alzò lo sguardo e gli disse: «Zacchèo, scendi subito, perché oggi devo fermarmi a casa tua». Scese in fretta e lo accolse pieno di gioia. Vedendo ciò, tutti mormoravano: «È entrato in casa di un peccatore!».
 
Ma Zacchèo, alzatosi, disse al Signore: «Ecco, Signore, io do la metà di ciò che possiedo ai poveri e, se ho rubato a qualcuno, restituisco quattro volte tanto».
 
Gesù gli rispose: «Oggi per questa casa è venuta la salvezza, perché anch’egli è figlio di Abramo. Il Figlio dell’uomo infatti è venuto a cercare e a salvare ciò che era perduto».

Parola del Signore