Gesuiti – Commento al Vangelo del giorno, 18 Novembre 2021

37

A quanto pare oggi siamo chiamati a comprendere, perché quello che manca, per rendere la relazione piena e autentica, è proprio la comprensione – o quanto meno l’intenzione di comprendere, il desiderio acceso di farlo.

«Se avessi», «in questo giorno», «verranno»… Siamo ancora in tempo!

Sappiamo attraverso la sua parola che non avere la volontà di aprirsi alla comprensione di noi stessi e degli altri, del punto in cui siamo, equivale a non concederci quella possibilità di perdono e di pace che solo il Signore può offrirci e che solo attraverso il suo amore per noi possiamo dispensare.

Riconoscere la sua presenza è la chiave ed è questo il tempo.

Mounira Abdelhamid Serra


Continua a leggere gli altri approfondimenti del giorno sul sito

Fonte: Get up and Walk – il vangelo quotidiano commentato

Articolo precedenteMonastero di Bose – Commento al Vangelo del giorno – 18 Novembre 2021
Articolo successivodon Mattia – Commento al Vangelo del 18 Novembre 2021