Gesuiti – Commento al Vangelo del giorno, 17 Gennaio 2022

210

- Pubblicità -

Un vestito strappato, del vino sparso a terra, dei cocci di ceramica.
Eccoci qua! a tanto sembra ridotta la nostra vita, in alcuni momenti.
Non ne abbiamo colpa. Non siamo stati noi a cucire la stoffa grezza o a versare il vino nuovo.

Manco ci avevamo pensato.

Eppure il danno è fatto. Da chi? Dagli altri, da Dio, dalla vita stessa? Forse da tutti e tre insieme?
Che colpa abbiamo se qualcuno si prende cura di noi, se ci comunica il Vangelo, mentre siamo tutto uno schema? Siamo troppo centrati su noi stessi e le nostre azioni, o, almeno, io lo sono, per poter accogliere la novità del Vangelo senza esserne travolti.

Il danno è fatto. Non capiamo più dove siamo, occorre ricominciare da capo.

Eppure Colui che ha creato l’universo saprà ben rimettere in sesto un vestito, saprà aggiustare un otre.
Saprà renderlo più bello di prima.

Stefano Corticelli SJ


Continua a leggere gli altri approfondimenti del giorno sul sito

- Pubblicità -

Fonte: Get up and Walk – il vangelo quotidiano commentato

Articolo precedentedon Pasquale Giordano – Commento al Vangelo del 17 Gennaio 2022
Articolo successivodon Mariano – Commento al Vangelo del 17 Gennaio 2022