Gesuiti – Commento al Vangelo del giorno, 14 Aprile 2022

79

- Pubblicità -

Parola compiuta, testo che si srotola e si fa carne, carne su cui si possono posare – seppur increduli – gli occhi di tutti. Ecco cosa scopro in questa storia, che è una storia d’amore: parole che prendono vita, parole che facendosi vita donano la vita. Perché lo Spirito detta e invia e consacra: ecco a cosa mi chiami.

Mi chiami a porre sui tuoi i miei passi, a trasformare in realtà la promessa che mi hai fatto e a raccontarlo. Mi chiami a proclamare a gran voce che sei il Signore e che nelle tue creature ti compiaci. Allora non posso che lodarti, proclamando il tuo anno di grazia e raccontando con la mia stessa vita le tue meraviglie.

Verena M.


Continua a leggere gli altri approfondimenti del giorno sul sito

Fonte: Get up and Walk – il vangelo quotidiano commentato

Articolo precedentedon Pasquale Giordano – Commento al Vangelo del 14 Aprile 2022
Articolo successivop. Giovanni Nicoli – Commento al Vangelo del 14 Aprile 2022