Gesuiti – Commento al Vangelo del giorno, 13 Marzo 2022

91

- Pubblicità -

Con quali occhi guardi il mondo? Te stesso e gli altri? Da quegli occhi dipende quello che vedi e come ti coinvolgi! Qual è il momento della tua esistenza in cui riconosci che la tua storia è veramente iniziata? Quale punto zero? Da lì inizi la tua rilettura della storia e stabilisci o ponti o muri.

Sembrano domande banali e utili solo a ragionamenti privi del contatto con la realtà, eppure quanto è importante lo sguardo con cui vedi le cose. Anche nel contesto socio-politico si afferma la propria identità storica e culturale a partire da un preciso momento storico, rischiando di compiere indebite cesure storiche, tutte volte a garantire le proprie pretese, a volte anche tanti soprusi.

Allora quanto è importante verificare e chiederti come stai guardando il mondo, la storia, l’umanità… forse anche da qui puoi ripartire.

Non puoi cambiare la realtà, ma, meglio ancora, la puoi trasfigurare, trasformare!
Gesù non cambia, si trasfigura, cioè lascia uscire da sé tutta la luce, la vitalità che ha e ti dà la possibilità di lasciarti illuminare da tutto ciò.
Per te c’è una luce che non acceca, non ammalia, non paralizza nella contemplazione.

La luce dell’amore ti riscalda, ti accoglie, e ti dà la possibilità di guardare le persone, le situazioni e le cose in modo nuovo. Puoi guardarle con amore: cioè speranza che si rimbocca le mani, comprensione che accoglie le fragilità, pazienza che sa aspettare i tempi dell’altra/o.

Gesù spera, accoglie e pazienta con i suoi cari discepoli che, seguendolo, ogni tanto capiscono e si lasciano entusiasmare, pronti a dare tutto. Pochi minuti dopo si disperdono, ammaliati da altre luci che in realtà li accecano… e li riportano nel buio.

La sua storia con loro è la tua, la nostra storia con l’Amore, con Gesù di Nazareth. luce per te, sulle strade della vita. Luce che non s’impone, si propone ed espone… ti aspetta, ti accompagna, gode della tua felicità, si rammarica delle tue sofferenze, sa che anche attraverso te, la sua luce si può diffondere nel mondo.

- Pubblicità -

La luce entra: il suo volto cambia d’aspetto… così può cambiare il tuo e quello dell’umanità. Dipende da che punto guardo il mondo, tutto dipende!

Loris Piorar SJ


Continua a leggere gli altri approfondimenti del giorno sul sito

Fonte: Get up and Walk – il vangelo quotidiano commentato

Articolo precedentedon Manuel Belli – Commento al Vangelo del 13 Marzo 2022
Articolo successivodon Mattia – Commento al Vangelo del 13 Marzo 2022