Gesuiti – Commento al Vangelo del giorno, 13 Maggio 2021

52

Come al solito si fa una gran fatica a comprendere il tempo in cui si sta vivendo.
Gesù ha lo sguardo dell’Amore e prepara i suoi discepoli a comprendere il tempo con lo visione dell’Eterno, di chi cioè non ha tempo ma lo crea, lo modula e per questo lo comprende.

Spesso siamo portati a considerare definitiva la condizione in cui viviamo, la buona notizia è che è un periodo, una stagione che si vive, un tratto di cammino, non è tutto il cammino; comprendendo questo usciamo dalla dimensione del chronos, del tempo che scorre, ed entriamo nella dimensione del kairos, il tempo opportuno.

La stile della con-templazione nell’azione diviene la chiave di discernimento del nostro presente e ci permette di andare oltre le gioie e i dolori per gustare la sostanza della nostra vita che è un’opera che supera anche noi stessi e può finalmente essere vissuta nel suo significato intrinseco di ritorno all’essenziale, a quella bellezza di cui ognuno è figlio e che spesso travolti dal ticchettio del giorno e della notte, dimentichiamo.

Domenico Pugliese


Continua a leggere gli altri approfondimenti del giorno sul sito

Fonte: Get up and Walk – il vangelo quotidiano commentato

Articolo precedentedon Antonello Iapicca – Commento al Vangelo del 13 Maggio 2021
Articolo successivoPadre Raffaele Di Donna – Commento al Vangelo del 13 Maggio 2021