Gesuiti – Commento al Vangelo del giorno, 13 Luglio 2021

46

Le parole di Gesù sono rivolte a quelle città nelle quali ha compiuto prodigi.

Le città di Corazìn e Betsàida ostentano sicurezza e una salvezza assicurata. Gli inviti alla conversione di Gesù probabilmente hanno suscitato un iniziale stupore ma non hanno generato un’autentica conversione.

Le parole di Gesù sono rivolte anche a noi, per tutte quelle volte che ci sentiamo certi della nostra salvezza, pieni delle nostre conquiste. L’invito che risuona nelle parole di Gesù è invece quello di rimettersi in cammino per ritornare a Dio, che vuol dire continuamente scoprirlo.

Non dobbiamo pensare che queste parole non riguardino noi, noi che a volte guardiamo gli altri dall’alto verso il basso convinti di essere, se non migliori, almeno non peggiori di coloro che non credono o non la pensano come noi.

Oggi può essere il tempo giusto per prenderci qualche minuto per riflettere nella nostra preghiera sul come queste parole di Gesù possano riguardare la nostra vita e volgere il nostro sguardo a lui per riprendere così il cammino con lui.

Domenico Pugliese


Continua a leggere gli altri approfondimenti del giorno sul sito

Fonte: Get up and Walk – il vangelo quotidiano commentato

Articolo precedenteFabrizio Morello – Commento al Vangelo del giorno, 13 Luglio 2021
Articolo successivodon Antonello Iapicca – Commento al Vangelo del 13 Luglio 2021