Gesuiti – Commento al Vangelo del giorno, 13 Gennaio 2020

475

Sento che tutto sta per cambiare: lo vedo arrivare, raccontandomi che il tempo di ogni mio desiderio è giunto, che la pienezza è dietro l’angolo, che tutto sta per compiersi. Che il disegno per me finalmente ha un senso, che tocca a me.

Tocca a me, allora. Tocca a me muovere i miei passi sui suoi, seguendo il suo viaggio verso la compiutezza. Tocca a me mollare la presa su tutto quello che sono convinto mi definisca, su ogni cosa che penso di essere invece che di avere. Allora mollo la presa, le mani si allentano, la rete cade. Scelgo di rischiare che non mi resti nulla tra le mani. Che il rinunciare a quello che sono sempre stato mi lasci vuoto e spento. Ma le mie mani sono ancora piene.

Sono sempre io, il pescatore di sempre, con l’attenzione e la cura di sempre. Cambia la rete, però. Invece che pesci, mi sono ritrovato a inseguire desideri, a prendermi cura del cuore della gente che incontro. Nelle mie reti, i cuori affascinati di chi ascolta le parole di una storia d’amore e non chiede che di essere invitato.

E lui invita, subito chiama tutti, lui. Passa e sembra non esserci alcuna alternativa altrettanto degna di vita: la piena libertà del suo amore incanta ogni cuore e io sono chiamato a raccontarlo a chiunque.
Sui suoi passi, uno dopo l’altro, cuore dopo cuore.

Tutti insieme, nel suo nome.

Verena M.

[…] Continua sul sito […]

Fonte: Get up and Walk – il vangelo quotidiano commentato


LEGGI IL BRANO DEL VANGELO DI OGGI

Convertitevi e credete nel Vangelo.

Dal Vangelo secondo Marco
Mc 1, 14-20

Dopo che Giovanni fu arrestato, Gesù andò nella Galilea, proclamando il vangelo di Dio, e diceva: «Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete nel Vangelo».
Passando lungo il mare di Galilea, vide Simone e Andrea, fratello di Simone, mentre gettavano le reti in mare; erano infatti pescatori. Gesù disse loro: «Venite dietro a me, vi farò diventare pescatori di uomini». E subito lasciarono le reti e lo seguirono.
Andando un poco oltre, vide Giacomo, figlio di Zebedeo, e Giovanni suo fratello, mentre anch’essi nella barca riparavano le reti. Subito li chiamò. Ed essi lasciarono il loro padre Zebedeo nella barca con i garzoni e andarono dietro a lui.

Parola del Signore