Gesuiti – Commento al Vangelo del giorno, 12 Febbario 2021

47

In questa scena di guarigione un particolare è molto interessante. Il sordomuto non va da solo da Gesù, sono altre persone che lo conducono dal Signore.
Una caratteristica fondamentale della nostra fede è che si cresce in una comunità, la Chiesa, dove chi è venuto prima di noi ci dà una testimonianza e ci fa incontrare il Signore. Il dono della fede viene da Dio, però lo riceviamo grazie ad altre persone che ci fanno incontrare questo Dio e a loro volta lo hanno incontrato grazie ad altri che lo hanno testimoniato. È un po’ una specie di staffetta.
Dunque, il fatto che altri conducano il sordomuto da Gesù è un dettaglio tutt’altro che secondario di una scena per la quale chiaramente, a prima vista, si è portati a centrarsi sull’evento della guarigione miracolosa. Questa rimane ovviamente centrale, però è resa possibile proprio dalla fede di quelle persone conoscenti del sordo, che neppure sono nominate. Non sappiamo chi sono, però, probabilmente, conoscevano o avevano sentito parlare di Gesù e avevano una grande fede in Cristo.

Questo episodio ci può aiutare a gustare quindi la dimensione comunitaria della Chiesa, che non è opzionale per il nostro cammino di fede. La Chiesa è il luogo dove incontriamo il Signore e dove Lui ci libera dalle nostre sordità, perché possiamo annunciarLo ad altri.

Daniele Ferron SJ


Continua a leggere gli altri approfondimenti del giorno sul sito

Fonte: Get up and Walk – il vangelo quotidiano commentato