Gesuiti – Commento al Vangelo del giorno, 11 Settembre 2019

36

Tienimi in equilibrio tra l’accogliere e l’offrire.
Richiama il mio sguardo alla terra per non dimenticare di amare, indicami il cielo per ricordarmi che sono amato, per riempire di bellezza la solitudine.

Prendi il mio vuoto, come tela, e sorprendimi con infinite tonalità di colore.
Ordina il mio pieno e fanne altare e tavolo di nuova condivisione.
Rimetti in dialogo il mio cuore e il mio cuore in dialogo con il mondo.

Mostrami la giusta verità che anticipa il perdono, la vita che libera dalla morte.

Rete Loyola (Bologna)

[…] Continua sul sito […]

Fonte: Get up and Walk – il vangelo quotidiano commentato

Qui puoi continuare a leggere altri commenti al Vangelo del giorno.

Beati i poveri. Guai a voi, ricchi.

Dal Vangelo secondo Luca
Lc 6, 20-26


In quel tempo, Gesù, alzàti gli occhi verso i suoi discepoli, diceva:

«Beati voi, poveri,
perché vostro è il regno di Dio.
Beati voi, che ora avete fame,
perché sarete saziati.
Beati voi, che ora piangete,
perché riderete.
Beati voi, quando gli uomini vi odieranno e quando vi metteranno al bando e vi insulteranno e disprezzeranno il vostro nome come infame, a causa del Figlio dell’uomo. Rallegratevi in quel giorno ed esultate perché, ecco, la vostra ricompensa è grande nel cielo. Allo stesso modo infatti agivano i loro padri con i profeti.
Ma guai a voi, ricchi,
perché avete già ricevuto la vostra consolazione.
Guai a voi, che ora siete sazi,
perché avrete fame.
Guai a voi, che ora ridete,
perché sarete nel dolore e piangerete.
Guai, quando tutti gli uomini diranno bene di voi. Allo stesso modo infatti agivano i loro padri con i falsi profeti».

Parola del Signore

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.