Gesuiti – Commento al Vangelo del 24 Febbraio 2019

155

Cammino scalza su carboni rossi e neri. Schiena dritta e passo leggero. Gli occhi fissi nel tuo enorme sguardo d’amore che posi su di me, senza batter ciglio: vieni avanti, coraggio. Passo dopo passo, lento e leggero, quasi libellula che si posa lieve sull’acqua, cammino su carboni ardenti guidata dal tuo sorriso di luce fresca.

Dal nero fumo intorno a me, tante voci mi raggiungono: chi mi ricorda di aver sbagliato, di non aver fatto abbastanza; chi colpisce con il non aver amato il giusto, il non aver capito; chi semplicemente guarda male, dice male. La falsità mi viene sputata addosso, le bugie e l’ingiustizia mi feriscono ad ogni passo. Ma con il tuo sorriso misericordioso a guidarmi e a riempire il mio orizzonte, come non sorridere leggera e sussurrare nel cuore a ciascuna di quelle voci: ti voglio bene?

Ogni passo una silenziosa richiesta di misericordia e amore per ciascuno di quei volti fumosi: Padre, porta luce nei loro cuori. Ad ogni carbone ardente, chiedo per me la grazia di seguire il tuo esempio, facendo di ogni schiaffo una carezza, di ogni tizzone ardente un fresco balsamo che lenisce.

Martina Pampagnin

[…]

[box type=”info” align=”” class=”” width=””]Qui puoi continuare a leggere altri commenti al Vangelo del giorno.
Fonte: Get up and Walk – il vangelo quotidiano commentato secondo il metodo della spiritualità ignaziana, disponibile anche tramite la loro newsletter quotidiana.[/box]

Lc 6, 27-38
Dal Vangelo secondo Luca

‡ In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «A voi che ascoltate, io dico: Amate i vostri nemici, fate del bene a coloro che vi odiano, benedite coloro che vi maledicono, pregate per coloro che vi maltrattano.
A chi ti percuote sulla guancia, porgi anche l’altra; a chi ti leva il mantello, non rifiutare la tunica.
Dá  a chiunque ti chiede; e a chi prende del tuo, non richiederlo. Ciò che volete gli uomini facciano a voi, anche voi fatelo a loro.
Se amate quelli che vi amano, che merito ne avrete? Anche i peccatori fanno lo stesso. E se fate del bene a coloro che vi fanno del bene, che merito ne avrete? Anche i peccatori fanno lo stesso. E se prestate a coloro da cui sperate ricevere, che merito ne avrete? Anche i peccatori concedono prestiti ai peccatori per riceverne altrettanto.
Amate invece i vostri nemici, fate del bene e prestate senza sperarne nulla, e il vostro premio sarà grande e sarete figli dell’Altissimo; perché egli è benevolo verso gl’ingrati e i malvagi.
Siate misericordiosi, come è misericordioso il Padre vostro.
Non giudicate e non sarete giudicati; non condannate e non sarete condannati; perdonate e vi sarà perdonato; date e vi sarà dato; una buona misura, pigiata, scossa e traboccante vi sarà versata nel grembo, perché con la misura con cui misurate, sarà misurato a voi in cambio».

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.