Gesuiti – Commento al Vangelo del 23 Dicembre 2018

51

Un lungo viaggio inizia sempre con il primo passo; per mettersi in cammino è necessario anzitutto vincere la tentazione di restarsene comodamente seduti nella propria zona di comfort. Il primo passo è vincere la “rimandite” alzandosi, letteralmente risorgendo. Perché quando lo incontriamo, quando viene in noi, Dio ci fa risorgere e allora non possiamo più restare al comodo: è necessario mettersi in cammino – e in fretta.

La fede non ha bisogno di certezze granitiche, la fede è per camminatori, per esploratori, per servitori. Maria si mette in viaggio ed è un viaggio in salita; partendo accetta il rischio che ogni nostro viaggiare comporta, lascia le sue sicurezze e affronta l’incertezza fidandosi di una parola che la chiama al servizio. E tutto questo senza tergiversare, con una fretta che ha il sapore dell’entusiasmo. Chi ascolta la parola è pronto a mettersi al servizio.

Non si inizia un incontro senza un saluto: la situazione è aperta, si è pronti ad accogliersi. Il saluto non è mai cosa banale: è portare l’annuncio della salvezza. Maria, avendo accolto l’annuncio della salvezza, si fa portatrice di un annuncio di salvezza.

Maria è allora modello del discepolo che cammina con Gesù: è necessario ascoltare la Parola, fare spazio dentro di sé e permettere alla Parola di incarnarsi – e di conseguenza alzarsi e mettersi in viaggio portando ad altri l’annuncio della salvezza.

Claudio Rajola SJ

Immagino

Provo a visualizzare la scena, il luogo in cui avviene, i personaggi principali, le parole che si scambiano, il tono delle voci, i gesti. E lascio affiorare il mio sentire, senza censure, senza giudizi.

Rifletto sulle domande

  • Per cosa oggi ti senti pronto ad alzarti e metterti in viaggio?
  • Dove puoi fare spazio a Dio nella tua vita, per portarlo ad altri?
  • Qual è il tuo primo passo?

Ringrazio

Come un amico fa con un amico, parlo con il Signore su ciò che sto ricevendo da lui oggi…
Recito un “Padre nostro” per congedarmi e uscire dalla preghiera.

[box type=”info” align=”” class=”” width=””]Fonte: Get up and Walk – il vangelo quotidiano commentato secondo il metodo della spiritualità ignaziana, disponibile anche tramite la loro newsletter quotidiana.[/box]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.