Pubblicità
Home / Vangelo del Giorno / Gesuiti – Commento al Vangelo del 22 Gennaio 2019

Gesuiti – Commento al Vangelo del 22 Gennaio 2019

Senza requie, sempre in movimento, Gesù viene incontro alla nostra fame, alle nostre necessità quotidiane, saziando i nostri bisogni perché possiamo lasciar spazio ai desideri. Dio, Signore di ogni cosa e anche del sabato, dà dignità a ogni nostra mancanza, mettendo e mettendosi tutto a nostro servizio. Il grano, il tempo, il suo stesso primogenito: tutto si piega alla nostra fame, tutto si spezza per colmarci.

Nelle mani del Signore anche i nostri vuoti e le nostre mancanze ai rivelano preziosi e sacri, tutto è nobilitato dal suo sguardo d’amore. Ogni cosa lo mette in movimento, tutto commuove il suo cuore; anche la nostra insufficienza, e soprattutto la nostra insufficienza, allora, diventa luogo d’amore.

Perché non c’è sabato davanti a chi ha fame: è sempre tempo di cogliere le spighe per impastare il pane di vita che noi poveri attendiamo a mani aperte e tese. E per Gesù non c’è vacanza, non c’è riposo: passeggiando nel grano si fa per noi ancora e sempre pane.

Verena M.

Rifletto sulle domande

  • Cosa ho fatto, nonostante fosse “sabato”?
  • Quando mi sono sentito saziato dal Signore?
  • Quale fame affido oggi a Dio?

Ringrazio

Come un amico fa con un amico, parlo con il Signore su ciò che sto ricevendo da lui oggi…
Recito un “Padre nostro” per congedarmi e uscire dalla preghiera.

Fonte: Get up and Walk – il vangelo quotidiano commentato secondo il metodo della spiritualità ignaziana, disponibile anche tramite la loro newsletter quotidiana.

Mc 2, 23-28
Dal Vangelo secondo Marco

In quel tempo, di sabato Gesù passava fra campi di grano e i suoi discepoli, mentre camminavano, si misero a cogliere le spighe.
I farisei gli dicevano: «Guarda! Perché fanno in giorno di sabato quello che non è lecito?». Ed egli rispose loro: «Non avete mai letto quello che fece Davide quando si trovò nel bisogno e lui e i suoi compagni ebbero fame? Sotto il sommo sacerdote Abiatàr, entrò nella casa di Dio e mangiò i pani dell’offerta, che non è lecito mangiare se non ai sacerdoti, e ne diede anche ai suoi compagni!».
E diceva loro: «Il sabato è stato fatto per l’uomo e non l’uomo per il sabato! Perciò il Figlio dell’uomo è signore anche del sabato».

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

VEDI ANCHE

don Claudio Bolognesi – Commento al Vangelo del 21 Febbraio 2019

Riflessione al brano del Vangelo del giorno a cura di don Claudio Bolognesi. Dal Vangelo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.