Home / Vangelo del Giorno / Gesuiti – Commento al Vangelo del 21 Febbraio 2019

Gesuiti – Commento al Vangelo del 21 Febbraio 2019

Oggi Gesù è identificato come il Cristo, inviato da Dio per la salvezza degli uomini. Ci troviamo di fronte ad uno degli apici della rivelazione di Gesù; l’altro sarà sotto la croce, quando il centurione romano riconoscerà in Gesù, il Figlio di Dio.

Per la gente, ormai disillusa, nulla di nuovo c’è sotto il sole e Gesù è ricondotto a vecchie categorie: Giovanni il Battista, Elia, uno dei profeti. Lo stesso Pietro è ben lontano da comprendere la reale portata di questo Messia: nelle sue e nostre logiche umane Gesù deve essere colui che viene per liberarci dai nostri problemi, dalle nostre difficoltà e sofferenze. Ma la salvezza donata da Gesù Cristo si rivelerà ben altro e passerà per il legno della croce.

Chiediamo al Signore di liberarci dalle false immagini di Lui, di non temere il mistero di un Messia debole e di accogliere il folle amore di Dio per noi.

Anna Laura Lucchi Filippo Zalambani

[…]
Qui puoi continuare a leggere altri commenti al Vangelo del giorno.
Fonte: Get up and Walk – il vangelo quotidiano commentato secondo il metodo della spiritualità ignaziana, disponibile anche tramite la loro newsletter quotidiana.

Mc 8, 27-33
Dal Vangelo secondo Marco

In quel tempo, Gesù partì con i suoi discepoli verso i villaggi intorno a Cesarèa di Filippo, e per la strada interrogava i suoi discepoli dicendo: «La gente, chi dice che io sia?». Ed essi gli risposero: «Giovanni il Battista; altri dicono Elìa e altri uno dei profeti».
Ed egli domandava loro: «Ma voi, chi dite che io sia?». Pietro gli rispose: «Tu sei il Cristo». E ordinò loro severamente di non parlare di lui ad alcuno.
E cominciò a insegnare loro che il Figlio dell’uomo doveva soffrire molto ed essere rifiutato dagli anziani, dai capi dei sacerdoti e dagli scribi, venire ucciso e, dopo tre giorni, risorgere.
Faceva questo discorso apertamente. Pietro lo prese in disparte e si mise a rimproverarlo. Ma egli, voltatosi e guardando i suoi discepoli, rimproverò Pietro e disse: «Va’ dietro a me, Satana! Perché tu non pensi secondo Dio, ma secondo gli uomini».

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

VEDI ANCHE

Paolo Curtaz – Commento al Vangelo del 21 Marzo 2019 – Mt 21, 33-43.45

l vangelo oggi racconta di una vigna data in gestione a dei vignaioli assassini. È …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.