Gesuiti – Commento al Vangelo del 13 Marzo 2019 – Lc 11, 29-32

321

Gesù molto probabilmente si riferisce ai dottori della legge che non riuscivano a capire i segni del tempo, invocando un segno straordinario. Chiusi nel loro sistema, si sono creati un mondo tutto loro, dimenticando che Dio è il Dio della legge ma è anche il Dio delle sorprese, ovvero un Dio sempre nuovo.
Come loro, anche noi continuiamo a cercare dei segni, quando non riusciamo a sentire la presenza del Signore nelle piccole cose del nostro quotidiano, soprattutto nelle relazioni.

Siamo alla continua ricerca di segni e rischiamo di dimenticare che ci troviamo in cammino – e quando si è in cammino si trovano sempre cose nuove, cose che non si conoscono, da vivere con un cuore fedele al Signore.

«Questa generazione cerca un segno, ma non le sarà dato alcun segno, se non il segno di Giona»: è il segno della risurrezione, della gloria, del fine verso il cui camminiamo.

L’invito è dunque a riflettere su quanto siamo attaccati alle nostre cose o alle nostre idee e quanto invece siamo aperti al Dio delle cose nuove.

Domenico Pugliese

[…]

[box type=”info” align=”” class=”” width=””]Qui puoi continuare a leggere altri commenti al Vangelo del giorno.
Fonte: Get up and Walk – il vangelo quotidiano commentato secondo il metodo della spiritualità ignaziana, disponibile anche tramite la loro newsletter quotidiana.[/box]

Lc 11, 29-32
Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, mentre le folle si accalcavano, Gesù cominciò a dire:
«Questa generazione è una generazione malvagia; essa cerca un segno, ma non le sarà dato alcun segno, se non il segno di Giona. Poiché, come Giona fu un segno per quelli di Nìnive, così anche il Figlio dell’uomo lo sarà per questa generazione.
Nel giorno del giudizio, la regina del Sud si alzerà contro gli uomini di questa generazione e li condannerà, perché ella venne dagli estremi confini della terra per ascoltare la sapienza di Salomone. Ed ecco, qui vi è uno più grande di Salomone.
Nel giorno del giudizio, gli abitanti di Nìnive si alzeranno contro questa generazione e la condanneranno, perché essi alla predicazione di Giona si convertirono. Ed ecco, qui vi è uno più grande di Giona».

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.