Gesuiti – Commento al Vangelo del 13 Gennaio 2019

45

Il cuore del popolo è in attesa: succede spesso anche a noi di attendere qualcuno o qualcosa che ci indichi la strada e ci risolva i problemi.

Gesù agisce con grande amore: riceve anche lui, insieme al popolo, il Battesimo, si immerge nella stessa acqua in cui venivano purificati i peccati del popolo. Questo battesimo ha luogo, però, non per liberarsi dal peccato, ma per prendere su di sé tutti i nostri peccati, i nostri errori.

Ma la forza di Gesù deriva dall’amore del Padre: «Tu sei il mio figlio prediletto, in te mi sono compiaciuto». È quando ci sentiamo addosso l’amore del Padre che riusciamo a fare facilmente tantissime cose; quando invece lo sentiamo lontano tutto diventa più pesante.

Questo amore, questa fiducia ci rendono simili a lui; questo suo amore, questa sua fiducia su ciascuno di noi ci permettono di rimetterci in piedi e di affrontare la vita.

Gesù torna a fidarsi di ciascuno di noi e così ci libera da ogni senso di colpa.

Domenico Pugliese

Rifletto sulle domande

  • Cosa sta attendendo il mio cuore?
  • Quale errore e quale senso di colpa oggi voglio affidare al Signore, perché me ne liberi?
  • In cosa chiedo di avere fiducia?

Ringrazio

Come un amico fa con un amico, parlo con il Signore su ciò che sto ricevendo da lui oggi…
Recito un “Padre nostro” per congedarmi e uscire dalla preghiera.

[box type=”info” align=”” class=”” width=””]Fonte: Get up and Walk – il vangelo quotidiano commentato secondo il metodo della spiritualità ignaziana, disponibile anche tramite la loro newsletter quotidiana.[/box]

[box type=”shadow” align=”” class=”” width=””]

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO

BATTESIMO DEL SIGNORE – ANNO C

Puoi leggere (o vedere) altri commenti al Vangelo di domenica 13 Gennaio 2019 anche qui.

Lc 3, 15-16. 21-22 Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, poiché il popolo era in attesa e tutti, riguardo a Giovanni, si domandavano in cuor loro se non fosse lui il Cristo, Giovanni rispose a tutti dicendo: «Io vi battezzo con acqua; ma viene colui che è più forte di me, a cui non sono degno di slegare i lacci dei sandali. Egli vi battezzerà in Spirito Santo e fuoco». Ed ecco, mentre tutto il popolo veniva battezzato e Gesù, ricevuto anche lui il battesimo, stava in preghiera, il cielo si aprì e discese sopra di lui lo Spirito Santo in forma corporea, come una colomba, e venne una voce dal cielo: «Tu sei il Figlio mio, l’amato: in te ho posto il mio compiacimento». C: Parola del Signore. A: Lode a Te o Cristo.

Fonte: LaSacraBibbia.net

LEGGI ALTRI COMMENTI AL VANGELO

[/box]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.