Gesuiti – Commento al Vangelo del 13 Dicembre 2018

4

Quanto numerosa la folla che dentro di noi ha bisogno di ascoltare, ha bisogno di una voce che gridi dicendo la verità!

Eppure la malizia del nostro cuore, il dolore del nostro tempo, la non-curanza dello spazio delle nostre relazioni, soffocano con violenza quella voce, ne recidono il messaggio e per quanto la verità-che-salva si mostri nella sua grandezza, tuttavia solo dai suoi effetti – piccoli e quasi invisibili – la si può riconoscere.

Allora una parola detta con sincerità è più grande di qualsiasi bel discorso e accettare quello che è stato diviene l’unico modo per vivere sulla via della verità quello che deve venire.

Quello che la violenza – che è in noi e fuori di noi – non potrà mai possedere è la libertà dell’accettazione del limite, che solo le piccole cose possono rivelare, come un giglio al sole, la carezza ad un bambino, due monete donate ed un tocco di pane spezzato e condiviso…

Rete Loyola (Bologna)

Immagino

Provo a visualizzare la scena, il luogo in cui avviene, i personaggi principali, le parole che si scambiano, il tono delle voci, i gesti. E lascio affiorare il mio sentire, senza censure, senza giudizi.

Rifletto sulle domande

  • Nella folla dei miei pensieri e delle mie emozioni, quale voce più piccola e mite posso individuare?
  • Cosa mi ricorda quella voce?
  • Quale gentilezza e delicatezza da parte mia può testimoniare la verità?

Ringrazio

Come un amico fa con un amico, parlo con il Signore su ciò che sto ricevendo da lui oggi…
Recito un “Padre nostro” per congedarmi e uscire dalla preghiera.

[box type=”info” align=”” class=”” width=””]Fonte: Get up and Walk – il vangelo quotidiano commentato secondo il metodo della spiritualità ignaziana, disponibile anche tramite la loro newsletter quotidiana.[/box]

[box type=”shadow” align=”” class=”” width=””]

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO

Mt 11, 11-15
Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, Gesù disse alle folle:
«In verità io vi dico: fra i nati da donna non è sorto alcuno più grande di Giovanni il Battista; ma il più piccolo nel regno dei cieli è più grande di lui.
Dai giorni di Giovanni il Battista fino ad ora, il regno dei cieli subisce violenza e i violenti se ne impadroniscono.
Tutti i Profeti e la Legge infatti hanno profetato fino a Giovanni. E, se volete comprendere, è lui quell’Elìa che deve venire.
Chi ha orecchi, ascolti!».

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

Fonte: LaSacraBibbia.net

[/box]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.