Frati Minori Assisi – Commento al Vangelo del 9 Luglio 2021

68

 «Ecco: io vi mando come pecore in mezzo a lupi; siate dunque prudenti come i serpenti e semplici come le colombe…»

Questo è lo stile dei cristiani nel mondo, persone col destino segnato, spacciate, come le pecore in mezzo ai lupi. Sì, perché il destino dei cristiani non è farsi togliere la vita ma donarla, senza difenderla, perché il nostro Dio per primo ha dato la vita per noi ed è risorto dai morti per noi.

Prudenti, non attendisti, ma capaci di investire le energie per ciò che conta, per ciò che è bene e avere il coraggio di lasciare ciò che è male. Semplici, senza ragionamenti complicati che spesso sono come lacci che ci imbrigliano e non ci fanno camminare.


Fonte: La pagina Facebook dei “Frati Minori di Assisi”

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

Articolo precedenteCommento al Vangelo di domenica 11 Luglio 2021 – don Mauro Manzoni
Articolo successivoCommento al Vangelo del 11 Luglio 2021 – p. Enzo Smriglio