fra Stefano M. Bordignon – Commento al Vangelo del 6 Giugno 2022

78

- Pubblicità -

Commento al Vangelo di lunedì 6 Giugno 2022

Quale passo biblico è migliore di questo per presentarci santa Maria, madre della Chiesa. Ai piedi della croce c’erano alcune donne, e tra queste santa Maria, la mamma di Gesù. Maria vede morire sulla croce il suo unico figlio, ma Gesù prima di spirare fa un’ultima cosa, lascia il suo testamento. Gesù è stato crocifisso, ed è nudo sulla croce, e cosa potrebbe lasciare in eredità?

Lui che non ha nulla, cosa potrebbe donare? Affida sua mamma al discepolo amato, e poi al discepolo amato affida sua mamma. Il dono è reciproco, non vi siete mai chiesti il perché? Non sarebbe bastato dire alla mamma: ecco tuo figlio? E invece dice anche al discepolo ecco la tua mamma. Perché? Perché Maria diventa la nostra mamma celeste solo quando noi sappiamo di essere suoi figli e solo quando cominciamo a trattarla come mamma.

Si, non è sufficiente pretendere da lei che abbia un atteggiamento materno nei nostri confronti se noi non abbiamo un sentimento figliale. Ci sono alcune persone che non si affidano a Maria perché pensano di fare un torto a Gesù, hanno paura di togliere qualcosa a Dio, ma non è così, l’amore verso i nostri fratelli e sorelle, e l’amore verso i santi non toglie nulla a Dio, anzi, è proprio quando viviamo come una famiglia che noi dimostriamo di amare veramente Dio.

Maria è la Madre di questa nostra famiglia cristiana, e noi siamo onorati di averla come nostra mamma celeste.

Fonte: il canale YOUTUBE di fra Stefano


Articolo precedentePaolo Curtaz – Commento al Vangelo del 6 Giugno 2022
Articolo successivodon Franco Mastrolonardo – Commento al Vangelo di oggi – 6 Giugno 2022