fra Stefano M. Bordignon – Commento al Vangelo del 30 Maggio 2022

86

- Pubblicità -

Commento al Vangelo di Lunedì 30 Maggio 2022 – VI Settimana di Pasqua

A volte abbiamo l’impressione che le cose vadano davvero in questo modo, come Gesù descrive, mentre ci sembra di essere a buon punto, mentre ci sembra di avere finalmente capito come vanno le cose, tutto all’improvviso crolla, e scopriamo di essere fragili, scopriamo di dover ricominciare da capo.

Questa è l’esperienza del bambino che ad ogni passo della sua crescita si trova a dove riorganizzare la sua vita, ma è anche l’esperienza della malattia, che quando arriva, a qualsiasi età arrivi, ci prende sempre in contro piede, ci accorgiamo di non essere preparati. Qualcosa del genere capita anche nella crescita spirituale, e nelle crisi spirituali.

Quando ci pare di essere saldi e forti, capita qualcosa che fa vacillare tutto, si proprio così, questo capita anche nella fede, e passiamo dalla luce al buio. E Gesù oggi lo annuncia ai suoi discepoli che finalmente sono contenti, si sentono sicuri, e dicono: ora sappiamo tutto, sappiamo che tu sei venuto da Dio. Ma Gesù dice: ora credete? ma è arrivata l’ora in cui vi disperderete, e mi lascerete solo.

Gesù ci spiega che non possiamo mai confidare sulla forza della nostra fede, perché anche quella verrà messa alla prova, perché anche quella nel momento delle tenebre sembrerà svanire nel nulla. Ma nonostante questo non dobbiamo abbatterci, anzi Gesù ci invita ad avere coraggio, oltrepassando le tribolazioni, anche noi vinceremo il mondo. Abbiate coraggio, io ho vinto il mondo.

Fonte: il canale YOUTUBE di fra Stefano


Articolo precedentePapa Francesco – Regina Caeli del 29 Maggio 2022 – Il testo, il video e il file mp3
Articolo successivoPaolo Curtaz – Commento al Vangelo del 30 Maggio 2022