fra Stefano M. Bordignon – Commento al Vangelo del 11 Giugno 2022

80

- Pubblicità -

Strada facendo, predicate, dicendo che il regno dei cieli è vicino. Che bello questo insegnamento, Gesù ci chiede di annunciare il vangelo per strada. Infatti, come prima cosa dice: strada facendo. E non sono parole da prendere subito in senso metaforico, Gesù annunciava veramente il Vangelo lungo la strada.

Troppo a lungo il vangelo è stato conservato in luoghi chiusi, dentro le chiese, dentro i conventi, dentro le biblioteche e nelle scuole di teologia. Ma il vangelo non è nato come un libro da leggere, ma come una parola scambiata lungo il cammino, parola proclamata sulla spiaggia del mare di Tiberiade, in riva al fiume Giordano, nei capi di Galilea, sui monti di Samaria. Oggi siamo noi che riceviamo da Gesù questo incarico, di annunciare il vangelo lungo le strade che percorriamo.

E certo sono consapevole che se è difficile per me che sono un frate, ancora di più potrebbe esserlo per voi. Ma l’annuncio del Vangelo non è l’insegnamento di una dottrina, piuttosto la capacità di condividere la nostra esperienza e i nostri pensieri, la nostra speranza e la nostra fede. L’annuncio del vangelo non si realizza nel ripetere a memoria quello che abbiamo ascoltato, ma nel coraggio di aprire il nostro cuore agli altri.

E allora coraggio, Gesù ci ha affidato una bellissima missione, e noi confidando nella sua parola cerchiamo di annunciare il vangelo, strada facendo.

Fonte: il canale YOUTUBE di fra Stefano


Articolo precedenteEtimo dedica una canzone a chi è nello sconforto
Articolo successivoPaolo Curtaz – Commento al Vangelo del 11 Giugno 2022